/ ی ی ی

ی


ی ی
 

ی
ی ی ی ϐ یی
 

ی ی
ی ی ی
 

ی ی
ѐی ѐ
 

ی ی
ی ی
 

ی ی ی ی
ی ی ی
 


ی ی ی
 

ی
ی ی ی ی
 

ی ی ی
ی ی ی ی ی ی ی
 

ی ی ی
ѐ ی ی ϐیی ی
 


ی ی ی ی ی ی
 

ی ی
ی ی ی ی ی ی
 


ی ی ی ی ی ѐ
 

ی ی
ی ی ی یی ی
 

ی ی
ѐ ی ی ی
 

ی ی ی ی ی
ی ی یی ѐ ی ی ی ی
 

ی یی
ی ی
 

ی ی
ی ی یی ی ی
 

ی
ی ی ی
 

ی
ی ی
 


ی ی ی ی
 

ی ی ی ی
ѐ ی
 

ی ی
ǐ ی ی ی ی ی ی
 

ی ی
ی ی ѐ ی
 

ی ی
ϐ
 

ی ی
ی ی ی
 


ѐی ϐ ѐی
 

ی ی
ی ѐ
 

ی
ی () Ӂی
 

ی ی ی
ϐ ی ی ی ی
 


ی ی ی ی ی ی
 

یی
ی э ی ی
 


ѐ
 

ی ی
ی ی ʐ ی ی ی
 

ی ی ی ی ی
ی ی ی ی ی
 

ی
ی ѐ ی یی ی ی ی
 

یی ی ی ی ی
ѐ ȁ ی
 

ی ی ی
ѐ ی
 

ی ی
ی ѐ ی Ԑ ی ی
 

ی ی
ی ی ی ی ی ی ی ی
 

ی یی ی ی
ی ی ی
 

ی ی یی ی ی
یʐ ϐ
 

ی ی ی ی ی
ی ی ی
 

ی ی ی ی ی
ی یʐ ی ی ی
 

ی ی
ی یϐ ی ی ی
 

ی
ی ϐ
 

ی
ی ی ی ی ی (ی ) ی
 

ی ی
ǐ ی ی ی ی ی ی ی
 

ی ی ی ی یی ی یی
ی ی ϐ
 

ی ی ی ی
ϐ ی э ی эی
 

ی ی
ی ی ی ی ی
 

ی ی
ی ѐی ی یی ی
 

ی
ی یی ی ی ی ی ی ی ی
 

ی
یی ی ی ی
 

ی ی
ϐ ی ѐیϐ ی ی
 

ی ی ی
ی ی ϐ
 

ی ی
ی ی
 

ی ی ی
ѐ ی ( ѐ ) ی ()
 

ی ی
ی (ی) ی ی
 

ی ی
ی یی
 

ی ی ی
ی
 

ی

 

ی
یϐ ی ی ی
 

ی
ϐ ی ی یԐ ی
 


с ی ی ǐی ʐ
 

ی ی ی ی
یی ϐ ی ی ( )
 

ی
ی ی ی یی
 

ی ی ی
یی ی ی ی ی
 

ی ی ی
ی ی ی ی ی
 

ی یی
یی ی ی ی ی ی ی
 

ی ی
ی ی ی
 

ی ی
ی ی Ǎ
 

ی ی
ی ѐ ی ی ی
 

ی
ی ϐ
 

ی ی
ϐ ی ѐ ی ی ی
 


ی ی ی ی
 


ϐی یʐی ی ی ی
 


ی ȁ
 

ی ی
ی
 

ی

 

ی ی ی
ی ی ی ی ی ی ی
 

ی ی ی
ϐ ی ϐ ی ی
 

ی
ی
 

ی
ی ی
 

ی ی ی ی
- ی - ی ی ی ی
 

ی ی
ی ی ی
 

ی
ی ی ی
 


ی
 

ی ی ی
ǐی ȁ ی

 

 

Ґ Ґ ی